giovedì 24 maggio 2018

Linzer Backerei



Linzer Backerei
Dosi per n.80 biscotti circa

Ingredienti:
Farina “00” 560gr
Burro 420gr
Zucchero a velo 200gr
Mandorle tritate finemente 200gr
Tuorli n.2
Cannella 7gr
Scorza di limone naturale 5gr
Succo di limone 30gr
Sale un pizzico 

Succo di limone
Scorza di limone naturale
Confettura di albicocca

Filetti di mandorle tostate

Preparazione:
Setacciare la farina.
Mettere il burro morbido con lo zucchero a velo, la cannella e la scorza del limone grattugiata nella ciotola della planetaria e impastare.
Aggiungere i tuorli e il succo di limone dove si sarà fatto sciogliere il sale.
Aggiungere la farina e le mandorle,  lavorare il minimo indispensabile per avere un composto omogeneo.
Avvolgere la pasta nella pellicola e metterla in frigorifero a riposare; meglio se la si prepara il giorno prima.
Stendere la pasta con il matterello usando due bacchette di legno per dare uno spessore uniforme, 5 mm, tagliare dei cerchi usando un coppapasta di diametro 4,5cm.
Mettere i biscotti, distanziati, su più teglie rivestite di carta forno.
Cuocere in forno a 180°C per 12-15 minuti, fino a che sono leggermente dorati.
Farli raffreddare completamente facendo attenzione perché sono molto friabili a fragili.
Preparare la glassa mescolando lo zucchero a velo con il succo e la scorza del limone, si deve ottenere un composto molto sodo e perfettamente liscio.
Glassare la metà dei biscotti e adagiare qualche filetto di mandorla. 
Lasciar asciugare.
Mettere un poco di confettura di albicocche sulla metà dei biscotti non glassati e accoppiarli con i restanti

Note: la ricetta è di Pinella Orgiana, che a sua volta l'ha avuta da Marina Braito
http://www.pinellaorgiana.it/2011/12/frammenti-di-dolcezze-sptzbuben-e.html
Pinella consiglia di usare mandorle non spellate, io stavolta ho usato quelle pelate, la prossima volta seguirò le sue indicazioni.
Pinella ha indicato un pizzico di cannella, io l'ho pesata in modo da ricordare la quantità che preferisco, può essere variata a seconda dei gusti personali.
Ho pesato anche il succo, Pinella indicava il succo di un limone.
Nella glassa ho aggiunto la scorza.
Il riposo in frigorifero è assolutamente indispensabile perché la pasta appena lavorata è molto molle.
Il biscotto non farcito può esser conservato in scatole di latta anche per un mese. Glassarlo e farcirlo solamente il giorno in cui viene consumato.




Nessun commento:

Posta un commento