domenica 5 aprile 2015

Muffin allo yogurt


Muffin allo yogurt
Dosi per n. 18 muffin

Ingredienti:
Farina “00” 360gr
Zucchero semolato 160gr
Uova 120gr
Latte intero 50gr
Yogurt intero naturale 150gr
Olio di riso 70gr
Lievito chimico per dolci 14gr
Sale 1 pizzico

Granella di zucchero 50gr

Facoltativo:
Gocce di cioccolato 75gr

Procedimento:
Setacciare in una ciotola la farina con il lievito. Unire lo zucchero e il sale e mescolare con una frusta a mano.
Versate il latte in una brocca e incorporate le uova, lo yogurt e l’olio, e miscelate bene con un mixer ad immersione.
Versate il contenuto della brocca nella ciotola e, con un cucchiaio di metallo, amalgamate tutti gli ingredienti, senza mescolarli troppo. Se si desiderano, aggiungere anche le gocce di cioccolato. L’impasto deve risultare grumoso altrimenti i muffin avranno una consistenza gommosa.
Con una tasca da pasticcere mettere il composto negli stampi da muffin rivestiti con pirottini di carta.
Cospargete la superficie dei muffin con la granella di zucchero.
Cuocere in forno a 180-190° C per 15-20 minuti.
Aspettare cinque minuti prima di togliere i muffin dallo stampo.
Farli raffreddare su una gratella.

Variante al cacao: sostituire 40 gr di farina “00” con altrettanto cacao amaro (quindi usare 320gr di farina “00” e 40 gr di cacao amaro). Decorare con 50gr di gocce di cioccolato.

Variante per intolleranti al glutine: sostituire la farina “00” con farina di riso, in uguale quantità. L'impasto, da crudo, sarà un po' più asciutto.

Ho provato una variante ai frutti, lamponi, more e ciliegie.
Ho preparato la frutta lavandola, snocciolando le ciliegie e facendo surgelare il tutto su un vassoio coperto di pellicola, in modo che i frutti restassero ben separati.
Ho preparato l'impasto come sopra facendo una piccola variante: farina metà integrale e metà "00" e zucchero di canna, ho messo l'impasto negli stampini arrivando a metà circa e poi ho "affondato" in ciascun muffin una ciliegia al centro oppure due o tre lamponi o more a seconda della dimensione. Ho mantenuto i gusti dei frutti distinti ma volendo si potrebbero anche mescolare. Ho poi spolverato con dello zucchero di canna, tranne le more (mi sono dimenticata), ma quasi preferisco quelli rimasti senza; comunque è solo una decorazione, può essere scelta a piacere.
Cottura invariata dalla ricetta base.

 
 

 

 

Nessun commento:

Posta un commento